GSO puntata 8: Caro sport, ho deciso di scriverti come si fa con un amico…

GSO puntata 8: Caro sport,  ho deciso di scriverti come si fa con un amico…

Caro sport,

ho deciso di scriverti come si fa con un amico, come se tu esistessi in carne e ossa.
Sto cercando nel cuore le parole giuste per trasmettere la mia stima, la mia gratitudine e tutto l’amore che provo per te.

Non è facile rivolgersi a un’entità così grande. Sei un dono a vantaggio degli umani perché possano dimostrare il proprio valore, il bene e le proprie qualità.
Come la musica, la poesia o l’arte, sei un’ancora di salvezza che permette a tutti noi di elevarci, esaltarci e lasciare qualcosa a chi poi verrà.

Ecco tu, caro sport, sei la dimostrazione che il bene c’è.
Come un bambino che ride, come una giornata di sole, come un abbraccio da chi mi vuole bene, sei la manifestazione più vera del fatto che l’uomo, se vuole, sa essere straordinario.
(…)
Sì è deciso di darti dei nomi convenzionali come calcio, tennis, nuoto e così via per poter distinguere le tue innumerevoli forme. Come per darti dei confini indispensabili per non confondersi.
La verità, poi, è che tu di confini non ne hai perché sei presente in qualsiasi gesto di un umano che contempli la voglia di muoversi, di pensare interagendo con gli altri e, soprattutto, con se stesso.

(…)
Non ti ho detto che sono cieco dalla nascita e una delle più profonde crisi che ebbi da piccolo fu perché non potevo giocare a pallone con i miei amici.
Da subito mi hai messo di fronte a ciò che sono: senza pregiudizi, senza impedirmi di conoscerti.
Infatti con i miei amici ho giocato spesso a pallone, tiravo le punizioni, i calci di rigore… Tutto ciò che si potesse battere da fermo era mio.
(…)
Questa dinamica mi ha insegnato il valore della fiducia.
Io che mi fido ciecamente di professione ho imparato quanto forte diventano i rapporti se c’è la fiducia ad alimentarli e lo sci da neve ne è la prova.
(…)
Queste esperienze accanto ai miei compagni di squadra mi hanno insegnato che tu valuti la parte piena del bicchiere di ognuno di noi, quella parte che spesso ci dimentichiamo di avere ma che è lì, pronta a farsi scoprire nella sua grandezza.

Spesso le persone mi chiamavano per le mie mancanze e quando passavo, toccandosi il gomito l’un l’altro, si dicevano sotto voce: “Guarda, quello non ci vede”.
Tu questo non l’hai mai fatto! Me la ricordo la prima volta al lago: mi hai teso la mano come a dirmi: “Io sono qui e sono questo. Se vuoi frequentarmi per un po’ vediamo cosa possiamo fare insieme!”.
(…)

Quello che adoro di te è il saper prendere qualsiasi individuo senza giudicarlo, senza sparare sentenze a priori.
Tu fai posto a tutti tra le tue grandi braccia, con te ognuno ha il diritto di mettere in mostra i propri talenti e le proprie qualità, senza avere paura di ciò che non ha e che non è.
D’altronde sono le doti, i talenti, che fanno di un individuo una persona compiuta.

(…)
Ecco perché ti sono così profondamente riconoscente: il percorso accanto a te mi ha regalato autostima, amici, conoscenza e capacità di rispettare le regole, dolori, gioie e tanta consapevolezza.
Quella consapevolezza che ti entra dentro e ti resta poi nei rapporti umani o nella professione.

Per me ci sei sempre stato, anche quando ho pensato di abbandonarti.
Senza rinfacci o presunzioni hai tenuto tesa la tua mano verso di me, lasciandomi la scelta di prenderla o meno con la mia.
Anche quando non era l’azione a caratterizzare il nostro rapporto ti sei fatto ascoltare e mi hai insegnato cose che ore di spiegazioni non avrebbero mai trasmesso.
(…)
Sei una medicina sana, di quelle che non hanno effetti collaterali!
Mi hai reso ricco davvero, di una ricchezza che è alla portata sebbene, purtroppo, non tutti hanno avuto la mia stessa fortuna: quella di averti incontrato.

Per questo, caro sport, ti ringrazio e ti abbraccio con tutta la forza che ho. Sei proprio un amico, un fratello, un salvatore.
Ti amo con tutto il cuore.

Daniele Cassioli.

 

Ecco le 2 lezioni di oggi:

 

Ecco il video che ci hanno mandato gli under 14! Complimenti!

 

Il film di oggi e’……..

 

Alla prossima, campioni!

 

mavalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.